Consulenza valutazione rischio dei materiali a contatto con gli alimenti

La volontà di ricercare cibi “identificabili, sicuri e buoni” è sempre più evidente fra i consumatori, anche se alcuni casi di sofisticazione e di frode alimentare, amplificati dai media, hanno generato qualche timore e diffidenza. Proprio per questo, non bisogna abbassare la guardia, ma continuare a mantenere elevato lo standard dei controlli che quotidianamente vengono eseguiti in Italia sui prodotti agroalimentari. La maggior parte delle produzioni alimentari fa ormai leva su elevati standard di qualità e di sicurezza, oltre che sulla valorizzazione del legame tra specifiche produzioni e territorio. Non è un caso che anche nel comparto agroalimentare si sia ormai identificato un paniere di prodotti Made in Italy, termine con cui si sottolineano due aspetti essenziali: la specificità e l’elevata qualità. Tale paniere, che comprende 13 differenti tipologie di prodotto, dal vino alla pasta, dall’olio alla frutta fresca e secca, contribuisce attualmente, con 21 miliardi di vendite, ai due terzi dell’export agroalimentare italiano.

Protocolli HACCP 
Il servizio di consulenza per l’ Igiene Alimentare permette all’azienda di ottenere gli standard adeguati di autocontrollo alimentare, organizzando un sistema di gestione secondo il sistema HACCP. Sarà possibile effettuare la formazione del personale direttamente in sede, realizzare il manuale HACCP di autocontrollo e rintracciabilità E’ possibile programmare sopralluoghi periodici che consentono di monitorare e migliorare costantemente le procedure per l’ autocontrollo alimentare. Grazie anche alla piattaforma e-learning dedicata sarà possibile scegliere tra i classici corsi HACCP in sede ed i corsi HACCP online aventi la stessa validità ai fini legali.

Formazione in sede dal cliente 
Come previsto all’allegato II, capitolo XII, del Regolamento n. 852/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 sull’igiene dei prodotti alimentari, gli operatori del settore alimentare devono assicurare che i responsabili dell’elaborazione e della gestione della procedura di autocontrollo o del funzionamento delle pertinenti guide abbiano ricevuto un'adeguata formazione per l'applicazione dei principi del sistema HACCP. L’onere della formazione e dell’aggiornamento obbligatorio è a carico del datore di lavoro. Si definisce responsabile dell’elaborazione e della gestione delle procedure di cui all’art. 5, paragrafo 1 del Regolamento (CE) n. 852/2004 il responsabile legale dell’impresa alimentare o un altro operatore espressamente delegato. Si organizzano, a prezzi contenuti, i corsi di manipolazione, stoccaggio e trasporto dei prodotti alimentari in conformità del regolamento n. 852/2004 del Parlamento Europeo.

GMP – Good Manifacture Practices 
Acronimo di ‘’Buone Pratiche di Fabbricazione’’, questo servizio di consulenza rappresenta un ottimo compromesso tra l’adozione di un sistema di gestione della qualità e la realizzazione del prodotto finito. Attraverso precise procedure scritte che rappresentano, appunto, l’iter di fabbricazione del prodotto vengono studiate tutte le fasi del processo di produzione (dalla materia prima fino alla gestione del rifiuto) che verrà, quindi ottimizzato e rivalutato al fine di superare eventuali criticità emerse dallo studio approfondito del processo.

Prove sui MOCA 
Le prove di conformità sui MOCA (materiali a contatto con gli alimenti) servono per verificare se il materiale, o l’oggetto, posto a contatto con l’alimento nelle prevedibili condizioni di utilizzo, rilascia sostanze chimiche pericolose. Il regolamento (CE) 1935/2004 all’articolo 3 specifica che i materiali ed oggetti a contatto con alimenti devono essere prodotti affinché, in condizioni d’impiego normali o prevedibili, non trasferiscano agli alimenti componenti in quantità tale da:

  • Costituire un pericolo per la salute umana Comportare una modifica inaccettabile della composizione dei prodotti alimentari
  • Comportare un deterioramento delle loro caratteristiche organolettiche

Le analisi, effettuate presso il laboratorio TERMOTECH ECO, (Salerno) costituiscono la documentazione necessaria per la compilazione della Dichiarazione di Conformità, che obbligatoriamente deve accompagnare i MOCA lungo la filiera alimentare. I produttori di MOCA devono accertare la conformità dei loro prodotti al contatto alimentare e con la Dichiarazione di Conformità possono in modo responsabile informare i loro clienti circa le condizioni di utilizzo, la presenza di sostanze con restrizioni o limitazioni e ogni altra informazione utile alla filiera alimentare.

Sommario
Consulenza valutazione rischio dei materiali a contatto con gli alimenti
Tipo di Servizio
Consulenza valutazione rischio dei materiali a contatto con gli alimenti
Nome Fornitore
Dott. Ing Danilo Gagliardi,
Descrizione
La ricerca di cibi “identificabili, sicuri e buoni” è sempre più evidente fra i consumatori, a causa di episodi sofisticazione e di frode alimentare.